Liverpool John Lennon Airport, due signore ed un morto al check in

Aeroporto di Liverpool
Andrew è sbiancato quando la testa di Willi è scivolata di lato, appoggiandosi contro il suo corpo, mentre si dava da far per farlo accomodare sulla sedia a rotelle; Willi era freddo come il marmo, tanto da non lasciare dubbi all'addetto dell'aeroporto John Lennon di Liverpool, che in realtà, l'anziano signore con indosso vistosi occhiali, accompagnato dalla moglie e dalla figlia, che stava aiutando a salire sulla sedia a rotelle, fosse morto.

Andrew però non si è fatto prendere dal panico; ha fatto in modo che il tassista partisse senza creare confusione, ha accompagnato il terzetto alla fila per l'imbarco per il volo EasyJet in partenza per la Germania, e solo allora è andato ad avvertire la sicurezza, che forse, stava accadendo qualcosa di strano.

Foto | cocoate.com.

La sicurezza, constatato che il signore sulla sedia a rotelle era morto, ha fermato moglie e figlia, ed ha passato il caso alla polizia, che dopo brevi indagini, ha stabilito che Willi, 91 anni, era morto per cause naturali. Ciò nonostante la Police ha denunciato a piede libero le signore, per aver tentato di imbarcare un morto su un volo di linea. Il movente? Circa 5.000 sterline, ovvero il costo per far rimpatriare la salma del caro estinto in patria.

  • shares
  • Mail