Aggiornata la black list compagnie aeree bandite dallo spazio aereo europeo

Ban europeo voliIeri la Commissione Europea ha aggiornato, per la dodicesima volta, l'elenco delle compagnia bandite dallo spazio aereo europeo, in quanto, causa loro carenze organizzative e materiali, non garantiscono gli standard di sicurezza fissati per poter operare nel vecchio continente.

Nella black list sono entrati i vettori di tre stati africani, Gibuti, Repubblica del Congo e São Tomé e Principe, a causa di carenze sul piano della sicurezza osservate nel sistema di controllo delle autorità per l'aviazione di tali paesi. Due vettori ucrani (Ukraine Cargo Airways e Volare) sono usciti dalla lista, non perché ora siano sicuri, ma perché non volano più, mentre Motor Sich, sempre dall'Ucraina, è stata rimossa dalla lista, perché adesso offre le garanzie di sicurezza richieste.

Dopo questo aggiornamento la black list comprende 5 vettori individuali (Air Koryo della Repubblica democratica popolare di Corea, Air West del Sudan, Ariana Afghan Airlines dell'Afghanistan, Siem Reap Airways International della Cambogia e Silverback Cargo Freighters del Ruanda ) e 15 Stati, il che significa che il bando riguarda tutte (o quasi) le 228 compagnie di questi paesi: Angola (ad eccezione di un vettore - TAAG Angola Airlines - che può volare in Portogallo), Benin, Repubblica democratica del Congo, Gibuti, Guinea Equatoriale, Gabon (ad eccezione di 3 vettori), Indonesia, Kazakhstan (ad eccezione di 1 vettore), Repubblica Kirghiza, Liberia, Repubblica del Congo, Sierra Leone, São Tomé e Principe, Swaziland e Zambia.

  • shares
  • Mail