New York: Manhattan oggi e nel 1782

Manhattan, l' Hudson ed il New Jersey

Manhattan deve il suo nome da Mannahatta, che nella lingua dei nativi vuol dire "isola dalle tante colline". La National Geographic, forse ispirata dal Mannahatta Project ha sviluppato una interessante mappa interattiva per illustrarci come l'isola sia cambiata dal 1782 ad oggi.

Si vede chiaramente come Manhattan, al tempo della colonia britannica, fosse ancora in grandissima parte selvaggia: suggestivi i paragoni fotografici che mettono a confronto una rappresentazione grafica dell'isola di 3 secoli fa con gli angoli più famosi della odierna metropoli. Si vede anche qualche traccia, a Central Park, della antica conformazione dell'isola: proprio a Central Park infatti le rocce di ardesia testimoniano il passato selvaggio e tutt'altro che pianeggiante di "Mannahatta", l'intera isola venne infatti "spianata" man mano che si costruivano nuovi edifici. A tal proposito date uno sguardo alla foto comparativa del Marcus Garvey Park, ad est di Central Park, rende perfettamente l'idea.

Se volete andare ancora più indietro nel tempo, fino al 1600, non vi resta che visitare il Mannahatta Project. Devo dire che, pur adorando la metropoli americana, vedere verde, laghi e boschi sostituiti cemento fa un certo effetto...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail