Dopo 10 anni torna il controllore sui treni; ma serve davvero?

Pendolari trenitalia

Per 10 anni il controllore, sulla base di accordi sindacali, si era seduto accanto al macchinista con compiti di "assistente al macchinista". Adesso, sempre sulla base di accordi sindacali, il controllore torna a fare il suo lavoro; chiedere il biglietto, dare informazioni ed assistenza sui quasi 3.600 treni allestiti da Trenitalia per i pendolari di tutte le regioni italiane. La novità sarà operativa con l'entrata in vigore del nuovo orario estivo.

E sui blog già iniziano le polemiche tra chi è contrario e chi è favorevole a questo ritorno al passato. Se tra i primi ci sono quelli che si sentivano più sicuri sapendo che ai comandi ci fossero due persone, molti tra i favorevoli sperano ora che riprendano i controlli sui portoghesi, su quanti (e pare siano proprio tanti) cioè viaggiano sui treni senza pagare il biglietto. Ma perchè la novità abbia l'effetto desiderato, occorre i controlli siano fatti a tappeto.

Via | Ansa.
Il treno di pendolari per Milano di Luigi Rosa.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: