Norvegia: cammelli per aiutare integrazione e turismo

SDA-ATS - OSLO - Un comune norvegese, paese dagli inverni lunghi e rigorosi, sta pensando di acquistare dei cammelli per aiutare l'integrazione dei rifugiati. Lo ha detto oggi un responsabile locale citato dai media norvegesi.

"I cammelli hanno fatto parte della vita quotidiana di una buona parte dei rifugiati" ha detto Wenche Irene Stenseth, responsabile dell'integrazione dei rifugiati a Løten, nel sud della Norvegia. "Molti di loro - ha aggiunto - hanno condotto una vita da nomadi dove il cammello aveva un posto centrale.

Secondo Stenseth l'allevamento dei cammelli per il loro latte, la carne e il cuoio darebbe un'occupazione fissa agli immigrati che "non desiderano altro che una cosa: lavorare e pagare le tasse". "Questa iniziativa - ha aggiunto - potrebbe anche dare sviluppo al turismo.

Il comune, famoso per aver dato i natali al pittore Edvard Munch, chiederà l'aiuto finanziario dello stato per acquistare una ventina di cammelli.

  • shares
  • Mail