Pasqua tra arte e natura a Siracusa


Siracusa, città dichiarata Patrimonio dell’Umanità, è certamente una delle maggiori attrazioni della Sicilia. Il distretto archeologico di Neapolis, la città greca, e l'isolotto di Ortigia, sono due veri e propri gioielli. Il parco archeologico di Neapolis è una delle mete archeologiche di maggior richiamo in Sicilia. È ricchissimo di reperti, tra cui le imponenti cave a cielo aperto, il magnifico teatro greco e l'anfiteatro romano. Ortigia, cuore della città, è un museo a cielo aperto, in cui le testimonianze architettoniche di epoca greca convivono insieme a quelle normanne, aragonesi e barocche, combinandosi in armoniosa simmetria.

Non solo Siracusa però, visto che questa parte di isola ha molto altro da offrire, iniziando da una costa e da un mare incredibilmente scenografici. Ma anche Cavagrande, un canyon nelle vicinanze di Avola, e tutta l'area circostante, di altissimo pregio naturalistico e archeologico, protetta da una riserva naturale, ricca di flora, fauna e bellissimi laghetti.

Un soggiorno alla scoperta di Siracusa, 3 notti a Pasqua dal 10 al 13 aprile, può iniziare all'Hotel Centrale di Siracusa con prezzi che partono da 260 euro (due persone compresa colazione), oppure all'agriturismo Terrauzza sul Mare, a Terrauzza ad 8 chilometri da Siracusa, con prezzi che partono da 215 euro, o in uno dei tanti B&B listati su Siciliae.com.

Foto | Dario Dado.

  • shares
  • Mail