La crisi economica tocca anche le feste di Pasqua; cresce il numero di italiani che rimarrà a casa

Uovo

Il 76% degli italiani rimarrà a casa durante le prossime vacanze di Pasqua. Questa la conclusione di un'indagine dell'Adoc sui progetti di vacanza dei consumatori per le prossime festività pasquali. Registrato anche un calo dei viaggi con destinazione Italia e della durata dei soggiorni.

Dal sito Adoc.org, un'associazione per la difesa e l'orientamento dei consumatori, diffusa a livello nazionale.

Che si viva un momento di crisi ormai lo sappiamo, che questa tocchi prima di tutto i settori dei beni voluttuari e durevoli lo potevamo "intuire", anche senza gli interventi degli esperti (ma se non tengo dinero per fare la spesa, posso pensare di comprare un'auto o di andare in vacanza?). Ora arrivano i primi dati che fotografano quello che ognuno di noi poteva percepire, guardandosi intorno.

Secondo i dati dell'Adoc il 75% degli italiani non andrà in vacanza per le prossime vacanze di Pasqua, con un incremento del 5% rispetto lo scorso anno, e chi ci andrà, cercherà di risparmiare, scegliendo strutture come Bed and Breakfast ed Agriturismi, a scapito degli Hotel, che dovrebbero registrare un calo di presenze rispetto lo scorso anno del 14%.

Non solo strutture più economiche, ma soggiorni più brevi, visto che mentre i pernotti di una notte aumenteranno del 23% rispetto l'anno scorso, rappresentando il 35% delle scelte di chi viaggia; solo l'8% di chi viaggerà lo farà per tre o più notti. Insomma si tira sempre di più la cinghia, e questo non mancherà di riflettersi su di un settore economico, quello turistico, così importante per il nostro paese.

Foto| Caro Wallis.

  • shares
  • Mail