La Sirenetta di Copenhagen nel 2010 in visita all'Expo di Shanghai

La Sirenetta di CopenhagenImmaginate di trovarvi a Copenhagen nell'anno del signore 1909, e di recarvi all'opera in compagnia di Carl Jacobsen, proprietario della Carlsberg, e grande amante e patrono delle arti. Immaginate di assistere ad una splendida esibizione del balletto “La Sirenetta” di Hans Beck, musicato da Fini Henriques, tanto bella da far commuovere il vostro anfitrione, che seduta stante decide di commissionare una statua, Lille Havfrue in danese, da dedicare a quest'eroina e alla città dove vive e lavora. Ecco, se riuscite ad immaginare tutto questo, sapete di trovarvi di fronte alla statua della Sirenetta, opera dello scultore Edward Eriksen, che prese a modella la propria moglie.

Negli anni questa piccola statua ( ...com'è piccola è il sottotitolo che gli è applicato dei turisti che arrivano fino a qui per fotografarla) è destinata a viaggiare fino a Shangai, dove nel 2010 si terrà l'Expò, come arriverà come ambasciatrice della Danimarca. La cosa non è andata così liscia come la sto raccontando io, ed in effetti la decisione definitiva verrà presa questa settimana. Ma dopo settimane di accese discussioni, sembra proprio deciso che per 6 mesi la Sirenetta abbandonerà il porto di Copenhagen per far mostra di se nel lontano oriente.

Forse lì sarà lasciata in pace, dopo i vandalismi che ha dovuto subire in questi ultimi anni (7 a partire dal 1998), come l'ultimo nel maggio 2007, quando fu vestita in abiti musulmani. Foto | Fruscio di luce.

  • shares
  • Mail