Alto Adige. In vacanza al maso: due guide per scegliere al meglio



Quest’anno trascorrerò il Capodanno in un maso altoatesino, anche perché l’impressione che ho avuto del posto è ottima: nella maggior parte dei casi ho trovato informazioni chiare, gentilezza e disponibilità da parte dei gestori.

Per scegliere al meglio anche voi (come spero di aver fatto io…), oltre ai siti delle aziende di promozione turistica, potete consultare le guide che sono state realizzate da “Gallo Rosso”, un’associazione cui aderiscono numerosi agriturismi dell’Alto Adige: la Guida ai masi 2009 che contiene oltre 900 proposte, corredate da una serie d’immagini e descrizioni molto accurate, e Sapori di maso, la guida ai prodotti agricoli di qualità dei masi altoatesini. Sono prodotti contraddistinti dal marchio “Gallo Rosso” che possono essere acquistati direttamente nel maso, ma che sono distribuiti anche tramite la gastronomia e il commercio al dettaglio in tutta la provincia.

I prezzi dei soggiorni variano in base alla posizione della struttura scelta e dei soli che gli sono stati assegnati; un sistema di classificazione simile alle stelle degli hotel. Ad esempio, nel periodo natalizio, un appartamento per due persone a Bressanone, in un maso con quattro soli, viene circa 300 euro a settimana.

Le guide sono consultabili on line nel sito gallorosso.it, ma, se preferite, potete ordinarle; vi saranno spedite gratuitamente.

Foto – Maso Schnagererhof

  • shares
  • Mail