Natale in Romagna: Cervia e Milano Marittima



Tutti conoscono Cervia, e soprattutto Milano Marittima, per la loro fama di località balneari per VIP durante il periodo estivo, metà di stelle dello spettacolo, sportivi, paparazzi, e tutto quanto "faccia tendenza".

In meno sanno, invece, che anche durante l'inverno la città (perchè di una sola città si tratta) ha un'offerta turistica di tutto rispetto, adatta a chi voglia vivere la dimensione del mare in un modo più tranquillo e sicuramente diverso da quello frenetico e senza limiti dell'estate.

Un esempio? Be', basta pensare alle installazione dell'artista Marco Lodola, vere e proprie sculture luminose che, dopo aver allietato il teatro Ariston durante il Festival di Sanremo, allieteranno Milano Marittima per tutto il periodo natalizio.
Ovviamente non possono mancare nemmno i classici mercatini con l'artigianato locale, contorniati da un albero di Natale di oltre 20 metri e dalla ormai tradizionale pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Tuttavia, è un altro il fiore all'occhiello della città. Nella città che da secoli è la principale produttrice di un sale talmente buono da finire direttamente sulle mense papali, merita infatti senza dubbio di essere visitato il principale presepe, tra quelli che costellano un po' tutta Cervia e Milano Marittima, vale a dire quello, appunto, del Sale, dal 22 dicembre al 6 gennaio. Le sculture che lo compongono sono state create nel 1992 da un anziano salinaio. Il presepe, composto da oltre quindici personaggi, mette in scena la natività più classica, con in più alcuni personaggi particolari: salinari, al posto dei pastori. Le statuine sono alte dai 10 ai 40 centimetri e sono state realizzate tutte interamente a mano.

  • shares
  • Mail