Hotel Duomo di Rimini, 'must see' del New York Times




Dell'Hotel Duomo di Rimini abbiamo già avuto modo di parlare in passato. Si tratta di una struttura alberghiera pluripremiata (hot spot nel 2008 secondo il New York Times, 25° miglior albergo del mondo nel 2007 secondo Condé Nast), realizzata alcuni anni fa seguendo le indicazioni del famoso industrial designer, artista ed architetto israeliano Ron Arad

Avendo la fortuna di vivere non troppo distante dall'hotel, ho ben pensato di contattarne la manager, Valeria Bonardi, che molto gentilmente mi ha concesso un po' del suo tempo permettendomi di realizzare una gallery abbastanza consistente di fotografie. Come vedrete, il design è tutto
in questo albergo (non per niente appartiene al gruppo di rilevanza mondiale degli hotel di design) già a partire dalla reception, realizzata in acciaio levigato e
sicuramente fuori dal comune. Del resto, lo stesso Arad ha più volte ribadito:

"Non voglio far sentire le persone come se fossero a casa loro, perchè in fin dei conti non lo sono".

Ogni piano dell'albergo ha un differente colore ad accompagnarne le imprevedibili evoluzioni stilistiche, e nelle stanze sono le linee curve a dominare, sia nell'arredamento che nella scelta di ospitare specchi e televisori in delle nicchie circolari realizzate nei muri. Ad accompagnare l'albergo, un lounge bar davvero bellissimo, il NoMi, anch'esso dominato dall'onnipresente genio di Arad, evidente nella scelta di un mix di acciaio, legno e bronzo, e nelle linee curve che si susseguono per tutto il locale, senza alcuna linea di fuga evidente. Il NoMi è aperto a turisti e residenti, ed è anch'esso un'esperienza che vi raccomando dai fare, se vi trovate a passare a Rimini, perchè no, magari utilizzando una delle numerose offerte speciali.

Spulciando tra di esse, non ho potuto fare a meno di notare la presenza di stanze dotate di Nintendo Wii. Hotel di design e Console di design. Bell'idea, Duomo ;)

Galleria

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: