Michela Vittoria Brambilla da il via al decreto "vacanze per tutti"

Italica villeggiatura

In tempi di ristrettezze turistiche (si parla di un calo del 12% di presenze) e di calo dei consumi Michela Vittoria Brambilla Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al turismo, lavora di fantasia.

Così per incentivare gli italiani alla vacanza ha preparato un decreto, esecutivo, perché ratificato dalla Corte dei Conti, con cui sono istituiti i bonus vacanze per i più disagiati.

Avete capito bene: per i più poveri sono state istituite le Vacanze di Stato, un po' come accadeva qualche tempo fa nelle repubbliche comuniste. Dopo il salto i criteri di assegnazione.


1- Per la famiglia di una singola unità il bonus dello Stato sarà, per un tetto di spesa non superiore a 500 euro, del 45, 30 e 20 per cento per redditi che non superino rispettivamente i 10, 15 e 20 mila euro l’anno.
2- Per le famiglie di due componenti, il contributo avrà identiche proporzioni ma per redditi fino a 25 mila euro e per un tetto massimo di spesa di 785 euro.
3- Per le famiglie di tre unità il bonus, per redditi non superiori a 30 mila euro l’anno, sarà calcolato su un totale di spesa di 1.020 euro.
4- Per le famiglie composte infine da quattro o più unità e con reddito complessivo fino a 35 mila euro il contributo potrà incidere, sempre nelle stesse proporzioni, su un tetto massimo di spesa di 1.230 euro.

I buoni che saranno stipulati in base a convenzioni indicate dall'ANCI poranno essere spesi per vacanze al mare, montagna, terme ma non nel periodo che va dalla prima settimana di luglio all'ultima di agosto e dal 20 dicembre al 6 gennaio.

Via | Italiavela
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: