Bologna: alla scoperta della città tra acqua, gommoni e crescentine



Anche se a guardarla oggi non si direbbe, la storia antica di Bologna è stata segnata dal rapporto con l'acqua e con i suoi canali, che permettevano il funzionamento di macchinari idraulici e telai per la filatura della seta.

Non c'è quindi modo migliore per scoprire la “città dotta” che partendo dall'acqua e dalle antiche vie commerciali che ne attraversano ancora il sottosuolo... Domenica 19 ottobre potrete (previa prenotazione) partecipare a "Bologna acqua, gommoni e crescentine: la cultura...divertente!", una giornata pensata per scoprire angoli e storie inedite di Bologna.

Si parte dal Sostegno di Corticella del Canale Navile e si risale questa antica via commerciale della Bologna medioevale, toccando il territorio che ospita vecchie fornaci accompagnati da un'esperta di storia locale. Il viaggio prosegue nella zona urbana della città per raggiungere il punto di sosta per il ristoro presso il Centro Sociale G.Costa dove si potranno gustare le crescentine. Da lì si raggiunge poi l’imbarco dove, guidati dai collaboratori di "Vitruvio", si salirà sui gommoni con cui, trasportati dalla corrente del Reno, si raggiungerà piazza dei Celestini. La gita termina in via XX Giugno dopo aver camminato, sotto terra, sul cordolo che costeggia l'Aposa, il noto torrente metropolitano.

La passeggiata dura circa due ore, è adatta a tutti e il costo è dieci euro per gli adulti e 5 per i bambini. Per prenotare occorre telefonare a Luca Negroni al 338.4463156.

Foto – Flickr

  • shares
  • Mail