Pollara, una spiaggia indimenticabile

spiaggia di pollara a salina

Siamo a Salina, l'isola più verde delle Eolie. E per chi non conosce Pollara, la spiaggia è una stretta lingua di terra alla base di un cratere inattivo, uno dei molti delle isole Eolie. La scenografia è impressionante, ci si arriva dalla strada, camminando per uno stretto e ripido sentiero. La spiaggia è di anno in anno più stretta a causa delle frane di sassi del cratere, il che la rende abbastanza affollata in agosto.

Guardando verso il mare, all'estremità destra, ci sono delle vecchie costruzioni incastonate nella roccia: sono i ripari per le barche dei pescatori che ricordano i racconti di Verga dell'800. Tra le esperienze più emozionanti c'è sicuramente il trovarsi schiacciati tra la parete del cratere ed il mare. Un'altra esperienza che mi è piaciuta moltissimo è stato nuotare con la maschera nella baia. Se fate attenzione noterete infatti la circonferenza del cratere e la potrete seguire in compagnia di pesciolini che accompagneranno le vostre esplorazioni.

Pollara si può raggiungere affittando un motorino al porto di Salina, si trova in direzione nord ovest. Quando sono stata io, oramai molti anni fa, il paesino di Pollara non offriva nulla, né negozi né ristorazione. Il consiglio dunque è di fare la gita forniti almeno di buone scorte d'acqua.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail