San Gimignano, la Manhattan del medioevo

San Gimignano
Dici grattacieli è immediatamente pensi a New York, poi a tutte le altre moderne metropoli sparse per il globo terracqueo, dove il nuovo e il moderno si protende verso il cielo. Guardando però solo al futuro ci scordiamo del passato, delle nostre radici, che affondano in millenni di storia e cultura.

Per fortuna però ci sono 7Bart e motumboe che ci vengono in aiuto, riportando al presente quello che forse ci siamo dimenticati; la nostra storia che vive nei borghi e paesi d'Italia, come San Gimignano, dove i grattacieli non sono mai stati una novità.

Da wikipedia:

San Gimignano è soprattutto famosa per le circa quindici torri medievali che ancora svettano sul suo panorama, che le hanno valso il soprannome di Manhattan del medioevo. Delle 72 tra torri e case-torri, esistenti nel periodo d'oro del Comune, ne restavano venticinque nel 1580 ed oggi ne restano circa quattordici maggiori, con altre scapitozzate intravedibili nel tessuto urbano. La più antica è la Torre del Podestà, detta la Rognosa, che è alta 51 metri, mentre la più alta è la Torre Grossa, di 54 metri. Un regolamento del 1255 vietò ai privati di erigere torri più alte della Rognosa, anche se le due famiglie più importanti, Ardinghelli e Salvucci, non lo rispettarono.

Il sito di San Gimignano a cura della Pro Loco.
La fotografia è di motumboe.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: