10 cose da vedere a Budapest

Budapest, quasi 2 milioni di abitanti, per una città ricca di storia, che ha tanto da offrire ai turisti in visita, sia in termini di luoghi d'interesse che di divertimento (qui sono nati i Bar sulle rovine), che di tradizioni culinarie.

Come ci racconta Becky, “Az én kávéházám, az én váram – Il mio caffé, il mio castello” scriveva il grande Dezs? Kosztolányi nel celebre ‘Budapest, città dei Caffé’, a dimostrazione, anche se un po’ di parte, del fatto che la storia dei locali della capitale magiara in cui sedersi e bere un ottimo caffè, meglio se accompagnato da una generosa porzione di torta, è assai più antica di quella che vorrebbe Vienna o Parigi capitali di questo modello di relax.

I collegamenti diretti dall'Italia con Budapest sono offerti da Wizz Air (Roma, Milano e Napoli), Alitalia (Roma), e Ryanair (Roma e Milano); decisamente poco, per una città che ha tanto da offrire.


    Parlamento1° - Parlamento. Palazzo del Parlamento di Budapest è sicuramente il simbolo della capitale ungherese: difficile non notarlo, vuoi per le sue dimensioni vuoi per la splendida posizione sulle rive del Danubio. Anche gli interni del palazzo, secondo solo a quello di Londra per dimensioni, sono notevoli e se ne raccomanda la visita a chiunque visiti la città. Foto di Denis Jarvis.


    Castello2 - Palazzo reale. E' la rappresentazione concreta di una storia difficile e travagliata. Di origine Medievale, raggiunse il suo culmine, artistico e politico, sotto il dominio di Mattia Corvino, per essere raso al suolo dai turchi nel XVI secolo. Ricostruito dagli Asburgo, sovrani del futuro Impero Austro-Ungarico, ancora durante la seconda guerra mondiale non riuscì a sottrarsi alla devastazione della guerra. Puzzle di stili ed epoche diverse, oggi è il centro culturale del paese. Foto di Denis Jarvis.


    Lungo Danubio3° - Lungo Danubio - la passeggiata delle scarpe. Quando basta poco per ricordare. Ricordare gli ebrei, cui fu ordinato di togliersi le scarpe, prima di essere uccisi e gettati in acqua nel Danubio. Commovente. Dalla parte di Pest, vicino al Parlamento. Foto di b k.


    Citadella4° - La Citadella.La Citadella, con una sola t, è una fortezza fatta voluta da un generale austriaco, per avere il controllo della città. Spettacolare il panorama che si gode dalla cima della collina, da dove si possono vedere tutti gli 8 ponti della città. Se si ha tempo, e gamba, si può salire a piedi, magari facendo qualche sosta, sulle panchine sparse sulla via. Foto di Wikimedia Commons.

    Bastione dei pescatori5° - Il bastione dei pescatori. Costruito nella fine del XIX secolo, vicino alla chiesa di Mattia (anche questa da vedere, è un bastione dallo stile neogotico e neoromanico, che si trova sulla riva di Buda. Altro ottimo punto di osservazione della città. Foto di Denis Jarvis.

    Terme Széchenyi6° - Terme Széchenyi. Si tratta probabilmente dello stabilimento termale più grande d’Europa, risale alla fine dell’800 e una decina di anni fa è stato risistemato. Il fiore all’occhiello sono le tre vasche all’aperto, quella fumante è famosa per gli scacchisti che giocano a mollo nell’acqua a 38 gradi. Foto di Alex Proimos.


    Basilica di Santo Stefano7° - Basilica di Santo Stefano. La Basilica di Santo Stefano, costruita nella seconda metà del XIX secolo, con lo stile neo rinascimentale allora in voga, raggiunge la stessa altezza del Parlamento, come a dire, Stato e Chiesa pari sono. Il meglio lo si ritrova all'interno, dove si possono ammirare marmi, mosaici e pregevoli opere d'arte dei principali artisti ungheresi dell'epoca. Foto di Alex Proimos.


    Ponte catene8° - Ponte delle catene. Prima che fosse costruito, Buda e Pest, le due città che si fronteggiavano sul Danubio, erano collegate solo da un ponte su chiatte, smontato e rimontato a seconda delle stagioni. Di fatto ha rappresentato il primo passo per la nascita per la moderna Budapest. Foto di Klearchos Kapoutsis.


    Teatro Nazionale dell'Opera9° - Teatro Nazionale dell'Opera. E' uno dei siti di maggior interesse turistico a Budapest, sia che si intenda solo visitare l’edificio, sia che si voglia assistere a qualche spettacolo, opera lirica, balletto o concerti. Costruito tra il 1875 e il 1884, il Teatro dell’Opera è considerato una della massime espressione dello stile neo-rinascimentale, impreziosito da elementi (statue ed affreschi) del barocco ungherese. Foto di Cha gia jose.


    Mercato coperto Nagyvásárcsarnok10° - Mercato coperto, Nagyvásárcsarnok. I banchi con la merce fresca di giornata al piano terra, e bar e ristoranti al primo piano, oltre a qualche negozietto dove comprare un souvenir. Una struttura in stile liberty, con il tetto in ceramica. Per avere il gusto della vita di tutti i giorni,e per provare il gulash, ovviamente. Foto di Tillwe.

Parlamento

  • shares
  • Mail