Svelata la vista panoramica del One World Trade Center di New York

Il record l'aveva raggiunto già lo scorso anno, quando, ancora in costruzione, era diventato il grattacielo più alto di New York. Ora però abbiamo anche le prime immagini della vista panoramica che si potrà godere dall'alto del One World Trade Center, l'ex Freedome Tower, e possiamo essere sicuri, che si farà la fila per salire in cima al 100° piano del 1 WTC (uandabliutisi tanto per abituarsi alla pronuncia), il nomignolo che hanno già affibbiato al grattacielo.

I visitatori del piano di osservazione (Observatory Deck) del 1WTC potranno conoscere la storia dell'edificio, mentre saranno in attesa, in fila (non saltatela, nei paesi anglosassoni è presa molto seriamente) al piano terra, guardando un video che anticipa quello che li aspetta arrivati ai piani tra il 100 e 102, dove si trova l'osservatorio. La vista che si gode da quassù, attraverso le finestre inclinate del grattacielo, sarà a 360° su tutta Manhattan ed oltre, fino a comprendere Brooklyn e il New Jersey oltre.

La costruzione del One World Trade Center, precedentemente prevista per la fine del 2013, è ora slittata per i primi mesi del 2014, mentre per l'apertura dei piani di osservazione occrre aspettare il 2015. Ma già si prevede che i visitatori potranno acquistare i biglietti nella hall del grattacielo, da dove prendere una scala mobile che conduce al piano seminterrato, dove si ascolta una presentazione sulla sua costruzione aspettano in fila di salire sugli ascensori.

Anche la salita sugli ascensori, farà parte dell'"esperienza"; infatti si saliranno i 381 metri in circa un minuto, a circa 22 km\h (se ho calcolato correttamente). Inoltre ci saranno ristoranti e snack bar al 101° piano, ed un negozio di souvenir al 100°. Ancora non si conosce il prezzo che si pagherà per fare questo "giro", ma non si dovrebbe essere distanti dai 25 dollari che si pagano per salire sull'Emipire State Bulding.

Vedi anche Top of The Rock, per vedere il 1WTC dall'alto, quando entrare gratis nei musei di NY, e la cucina del diavolo a NY.

  • shares
  • Mail