A Bolsena per la festa delle Ortensie



La piccola città laziale di Bolsena è celebre per essere la "capitale" dell'omonimo lago del viterbese: il più grande specchio d'acqua di origine vulcanica del vecchio continente, formatosi nel corso di vari millenni attraverso una serie di sprofondamenti del suolo provocati dall’attività vulcanica di molte bocche eruttive. Due di questi coni vulcanici si sono trasformati nelle isole Martana e Bisentina. Il lago è conosciuto anche come "il lago che si beve" per la trasparenza e la limpidezza delle sue acque, al punto che i pescatori le utilizzano per cuocere la "Sbroscia", la caratteristica zuppa di pesce locale.

Ed è in questo splendido scenario che dal 20 al 22 giugno prossimi si svolgerà la VI edizione della “Festa delle Ortensie”, una mostra mercato tra le più caratteristiche d’Italia. La presenza dell’ortensia nell’arredamento urbano della città è molto antica, tanto che oggi il magnifico lungolago e altri caratteristici luoghi sono letteralmente invasi da queste piante, originarie della Cina e del Giappone, che nel periodo della festa raggiungono la massima fioritura con colori che vanno dal bianco, al rosa, all’azzurro. L’esposizione, che quest’anno presenta come novità una mostra di ortensie americane, sarà allestita lungo le stradine del borgo antico.
Tra le iniziative vi segnalo la mostra mercato d’antiquariato e arredi antichi da giardino; l’installazione, tra i fiori, di un campo medievale con cucina, esposizioni d’armi e taverne dell’epoca, e l’itinerario enogastronomico che consentirà di gustare i prodotti tipici locali. Qui trovate il programma completo della manifestazione che è ad ingresso libero.

Per dormire potete provare l'Agriturismo Le Vigne che è situato su una collinetta con un panorama spettacolare di tutto il lago di Bolsena e dista solo circa 200 metri dal paese. In occasione della festa delle Ortensie 2 pernottamenti con altrettante cene e colazioni vengono 150 euro a persona.

Foto – Martin Hapl

  • shares
  • Mail