Via Veneto a Roma, oltre la dolce vita

Cripta dei cappuccini a Roma
Roma è la città delle mille definizioni che spesso si traducono altrettante contraddizioni, come quelle che si possono trovare a via Veneto, dove si possono trovare gli emuli della Dolce Vita di felliniana memoria, o semplici frati cappuccini, che alla Chiesa di Santa Maria Immacolata, fino al secolo scorso, donavano le propria ossa.

Da wikipedia: "La scelta di decorare la cripta con le ossa, che potrebbe apparire lugubre e macabra, è in realtà un modo di esorcizzare la morte e di sottolineare come il corpo non sia che un contenitore dell'anima, e in quanto tale una volta che essa l'ha abbandonato il contenitore si può riutilizzare in altro modo."

Le 5 cripte (della resurrezione, dei teschi, dei bacini, delle tibie e dei femori, dei tre scheletri) sono visitabili previo appuntamento. La cosa più semplice è chiedere al custode della chiesa tra le 9,00 e le12,00 e le 15,00 e le 18,00, giovedì escluso o inviare un mail (vedi la sezione contatti del sito ufficiale).

Il sito ufficiale della Chiesa di Santa Maria Immacolata e la corrispondente voce su Wikipedia.
La fotografia è di Tessier.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: