Viaggiare sicuri, meglio rimandare i viaggi in India

Maschera indiana
Meglio rimandare i viaggi in India, almeno per un po'. E non tanto (o non solo) per i fatti cronaca nera a danno delle donne (l'ultimo fatto riguarda una turista svizzera stuprata dal branco), quanto per le tensioni che si sono create tra Italia ed India, a seguito della decisione del nostro governo di non far rientrare i due Marò in India.

Se anche l'ambasciatore italiano in India, Daniele Mancini, viene trattato come un delinquente da quattro soldi, in barba a tutte le leggi internazionali, vale la pena di rischiare di andare in India da turisti, e trovarsi presi in mezzo ad una crisi internazionale?

Il sito del nostro Ministero degli Esteri ha diramato un avviso, dove si inviata a "mantenere un atteggiamento sempre vigile e prudente e di tenersi lontani da eventuali assembramenti". Ma è solo l'ultimo aggiornamento per un avviso che, francamente, non fa stare tranquilli, se si ha intenzione di viaggiare per turismo.

L'India è un paese enorme, ricco di storia, fascino e cultura (la festa indù del Maha Kumbh Mela, Karni Mata, il tempio dei topi nel Rajastan in India, Jodhpur la porta sul deserto del Thar), ma visto come si sono messe le cose, forse è meglio rimandare i viaggi turistici, a tempi migliori.

Foto | Freebird

  • shares
  • Mail