A Bologna, dormire dentro un fumetto

Un giro a Bologna val sempre la pena, di solito per la musica e la gastronomia, ma certamente anche per il suo cotè artistico, da sempre ricco di stimoli e suggestoni. E questa patina magica per la verità "contamina" un po' tutto, anche gli hotel, oggi vi parlo di una curiosa iniziativa dell'hotel Cappello Rosso, un 4 stelle S che vanta esperienza multi-secolare.

E che però sta volentieri al passo con i tempi, infatti le sue 33 camere sono tutte a tema, recita il sito:

camere per signora, camere pet-friendly, camere per diversamente abili ed allergici, camere comunicanti e fumatori, camere tematiche decorate da artisti e scenografi di fama internazionale.

Se siete appassionati di fumetto e illustrazione, dovete chiedere assolutamente la BilBOlbul Room 2010 ovvero la stanza n.304; ogni anno vengono ospitati i disegnatori che partecipano al Festival Internazionale di Fumetto BilBOlbul, che si è concluso da poco, ma le cui mostre sono visitabili ancora per qualche settimana. Tra i servizi di questo particolarissimo hotel (che si trova a 50 metri da Piazza Maggiore) troverete anche la colazione intercontinentale per celiaci, le biciclette gratis per girare il centro, i giornali internazionali e anche una rete di aparthotel, piccoli appartamenti ristrutturati (sempre in zona Piazza Maggiore) con internet gratuito, bagno e angolo cottura.

  • shares
  • Mail