Il Tavoliere delle Puglie, tra verde e castelli

Puglia o Scozia? Con questa domanda ho incuriosito tanti amici su Facebook. In effetti la foto potrebbe trarre in inganno, le verdi distese, i casolari in pietra, i ponti ad archi in lontanaza... Ebbene, anche se la somiglianza c'è tutta, la foto ritrae un classico paesaggio che è possibile vedere percorrendo (nel mio caso in treno) il Tavoliere delle Puglie, nella provincia di Foggia.

"Se il Signore avesse conosciuto questa piana di Puglia, luce dei miei occhi, si sarebbe fermato a vivere qui" (Federico II di Svevia)

Federico II di Svevia amava questo lembo della lunga regione del Sud, che si estende per quasi 4000km² e nasce come "pianura di sollevamento" in quanto un tempo era terra sottomarina. Il Tavoliere è sito tra i Monti Dauni (che si scorgono in lontananza), il Gargano ed i fiumi Fortore ed Ofanto. Si tratta della pianura italiana più ampia dopo quella Padana ed è sede di moltissime coltivazioni di cereali e di ortaggi, nonché luogo ideale per alcuni vitigni autoctoni.

Ma cosa visitare nella zona? Sicuramente se vi trovate nella provincia di Foggia, dovete fare una passeggiata nella zona dell'Alto Tavoliere e visitare le cittadine di Lucera (famosa per un vino e per aver ancor intatte le costruzioni federiciane), visitare Troia e Ascoli Satriano con il suggestivo rosone della cattedrale e gli scari archeologici, poi salite su in montagna, verso il lato ovest, confindante con la Campania, e scoprire il borgo storico di Alberona e il lago vulcanico di Biccari. Luoghi in cui non mancano tradizioni enogastronomiche che potrete scoprire nelle tante piccole osterie sul territorio.

Insomma, non è la Scozia, ma tra castelli federiciani, storia, natura e cose buone da mangiare non sentirete la differenza!

  • shares
  • Mail