Viaggiare slow in India su una houseboat in Kerala

Una delle peculiarità del Kerala, uno dei motivi per cui scegliere questo stato come destinazione di viaggio è la sua fitta rete di fiumi, canali e laghi; che connettono tra loro i piccoli villaggi sperduti attraverso una rete navigabile di ben 900 chilometri. Sono le "autostrade" della jungla, che preservano a tutt'oggi un delicato eco-sistema, frequentato da una lunga serie di animali esotici.

Il viaggiatore che visita il Kerala è quindi tenuto a muoversi su una houseboat (in gergo Kettuvallam), così potrà vedere tutto quallo che conta: antichi templi, palazzi, vegetazione lussureggiante e piccole vie d'acqua nascoste ai più, non ultimo, così potrà anche incontrare le popolazioni locali. Le houseboat sono costruite in legno e possono ospitare una o più camere da letto (si arriva a un massimo di 9!), bagni moderni, sale, cucine e verande per proteggersi dal sole sotto i tetti di foglie di palma.

Coco Houseboat (che ha vinto il Prix d'Excellence 2012 di Trip Advisor) propone crociere di varia durata, tra tutte segnalo quella che ti porta al Kumarakom Bird Santuary, in una piccola isola molto gettonata da rarissime specie di uccelli che migrano qui. In questa pagina la lista delle escursioni e i dos and don't da tenere ben presenti (ovvero i codici di comportamento da rispettare).

Immagine | Flickr

  • shares
  • Mail