Roma: il 10 marzo riapre la Casa di Augusto



Si tratta di uno dei monumenti più vasti e importanti dell’area archeologica del Colle Palatino di Roma e di un avvenimento rilevante per l’archeologia mondiale. Lunedì 10 marzo la Casa di Augusto sarà finalmente aperta al pubblico dopo lunghi e accurati restauri: un complesso costruito, sul versante meridionale del Palatino, unendo diversi edifici precedenti.

La Casa, abitata prima di diventare imperatore, è formata da una serie di stanze distribuite su due terrazze ed è attigua al Tempio di Apollo. La visita della dimora augustea permetterà di ammirare, tra l’altro, il giardino con il porticato a colonne, gli affreschi ricostruiti durante i restauri, lo studiolo dell’imperatore, il grande oecus e altri rilevanti ritrovamenti.

I lavori su questo sito sono iniziati negli anni ’70, quando vennero individuati ambienti decorati con affreschi e stucchi: negli ultimi due anni, per consentire la riapertura della Casa di Augusto, sono stati spesi un milione e ottocentomila euro.

L’accesso alla Casa è in via di San Gregorio, 30 e le biglietterie si trovano a Largo Salara Vecchia. L’orario di apertura è quello dell'area archeologica del Palatino e del Foro Romano (dalle 8.30 a un’ora prima del tramonto). Il biglietto costa 11 euro (6,50 il ridotto) e dà diritto anche all’accesso al Colosseo.

Foto - LinksmanJD

  • shares
  • Mail