Verso la Pop Art: in mostra a Vercelli 50 capolavori della Collezione Peggy Guggenheim

Vercelli, città del riso, si presenta in una nuova veste e cerca di legare il suo nome all'arte. Nello specifico alla Pop Art con la mostra Gli anni Sessanta nelle Collezioni Guggenheim. Oltre l’Informale, verso la Pop Art, che rimarrà aperta fino al 12 maggio 2013.

Dopo l’esposizione dedicata lo scorso anno a Miró, Mondrian e Calder, quest’anno approdano nella città piemontese oltre 50 capolavori dell’arte europea e americana degli anni Sessanta del Novecento, dei protagonisti indiscussi di questa straordinaria stagione, come Robert Rauschenberg, Jean Dubuffet, Cy Twombly, Frank Stella e Andy Warhol, padre della Pop Art, presente in mostra con la celebre serie Fiori (Flowers) del 1964. 13 lavori provengono dalla Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, recentemente acquisita dalla Collezione Peggy Guggenheim, e saranno presentati qui per la prima volta al di fuori del museo veneziano.

L'esposizione - ospitata nello spazio Arca, 190 mila metri che comprendono la navata centrale della Chiesa di San Marco - è aperta da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19. Sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 20. Il biglietto intero costa 9 euro a persona.

Se volete orientarvi verso qualcosa di più datato, potete scegliere il Museo Borgogna, una collezione creata da Antonio Borgogna che comprende opere di pittura, scultura, grafica e arti decorative. Inoltre, fino a domenica 17 febbraio, tutte le coppie che si presenteranno all'ingresso segnalando l'iniziativa Un Museo per due potranno visitare il Borgogna pagando un unico biglietto in due.

  • shares
  • Mail