In Spagna per carnevale, dalla Sa Rua al funerale della sardina

Il funerale della sardina alle CanarieL'atmosfera di Carnevale non si respira solo in Italia, e allora diamo un'occhiata a come si celebra questa festa in Spagna: un carnevale davvero particolare quello che si svolgerà i giorni 1, 2 e 3 febbraio alle isole Baleari, Sa Rua è il nome tradizionale della sfilata in maschera di domenica (e Sa Rueta è la sfilata dei bambini che si svolge sabato a Palma de Maiorca). La festa è conosciuta anche come "Dijous Llarder", in particolare a Maiorca prende anche il nome di "els darrers dies" ovvero "gli ultimi giorni" prima della quaresima.

In Catalogna si celebra "el Dia de l'ou i el porc" (il giorno dell'uovo e del maiale) o "Dia de la truita" (il giorno della trota) con evidente riferimento alle tradizioni gastronomiche del posto.

Alle Canarie invece, oltre alla tradizionale sfilata, il martedì grasso a Las Palmas è uso celebrare l' "Entierro de la Sardina" ovvero il "funerale della sardina", in cui le vedove, vestite a lutto, celebrano in processione le esequie di un'enorme sardina deposta in un carro trainato da cavalli con tanto di finta acqua santa. La farsa, di vaga ispirazione satirica e anti-clericale, si conclude quando la parata funebre raggiunge la spiaggia di Las Canteras e la sardina gigante, simbolo stesso del carnevale, viene bruciata davanti al mare. Il tutto ovviamente accompagnato da una festa a base di musica, vino rosso locale e sardine alla griglia.

Da segnalare anche il carnevale di Cadice, con il famoso "Concurso del la Falla" in cui si danno battaglia quattro categorie di artisti popolari.

Foto | dsevilla

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: