Un giro turistico nella prigione di Bodmin Jail

Vagando tra le mete turistiche più singolari e meno note della Gran Bretagna oggi ci soffermiamo sulla ex prigione di Bodmin, una piccola città del sudest dell'Inghilterra. Qui troviamo la Bodmin Jail, un carcere progettato da John Call nel 1799 e costruito grazie al lavoro volontario dei sempre abbondanti prigionieri di guerra francesi. Rimasto attivo per 150 anni come casa di reclusione, il Bodmin Jail vantava una sua positiva peculiarità, essendo il primo a proporre ai detenuti la permanenza in celle singole e non in grandi e affollate camerate.

Per molti anni le celle singole furono riempite da coloro che avevano difficoltà a saldare i propri debiti, poi dal 1869 il reato non fu più associato alla reclusione e l'edificio venne convertito in colonia penale per la marina. Tra il 1735 e il 1909 ben 60 condanne a morte vennero eseguiti lì dentro. Poi nel 1927 il carcere fu chiuso e abbandonato per decenni e sono negli ultimi anni la struttura è stata parzialmente recuperata e sfruttata come attrazione turistica.

Proprio per allettare i visitatori, vengono organizzati dei Ghost Walks alla ricerca dei fantasmi della prigione: si inizia alle 22 e 30 e si finisce alle 7 di mattina con una bella colazione. E non mancano delle cene del paranormale da tre portate seguite da un giretto per fantasmi tra corridoi, celle e segrete. Si può anche optare, dalle 10 alle 22, per una semplice visita al ristorante della prigione, dove è attivo anche un fornito wine bar.

  • shares
  • Mail