Darvaza, la porta per l'inferno in Turkmenistan

Darvaza- la porta per l'interrno in Turkmenistan
Il cratere di gas di Darvaza, conosciuto come "La Porta per l'inferno", "The Door to Hell" sul Web, è un buco di 70 metri di larghezza, nel deserto del Karakum in Turkmenistan. E un buco che brucia, letteralmente.

Il fuoco, alimentato dal gas naturale, brucia da circa 42 anni, da quando il terreno franò sotto il peso di una piattaforma di trivellazione. I geologi sovietici avevano accidentalmente scelto come luogo per la trivellazione, un zona dove si nascondeva un'enorme caverna sotterranea piena di gas naturale, provocando il collasso della volta.

I geologi, temendo la presenza di gas tossici, decisero di lasciar bruciare il gas, nella convinzione che il fenomeno sarebbe durato qualche giorno. Il buco brucia da allora, e nelle notti più buie, se ne possono vedere le fiamme bruciare, da chilometri di distanza. La posizione su google.

Foto Wikimedia Commons
Vedi anche la piscina naturale nel deserto dell'Oman, la miniera di diamanti in Siberia e il Glory Hole della diga di Monticello, negli USA.

Darvaza- la porta per l'interrno in Turkmenistan

  • shares
  • Mail