Bretagna: il castello di Combourg



A Combourg, una petite cité de caractère, sorge uno dei più bei castelli di Bretagna, quello della famiglia Chateaubriand. In questo castello, caratterizzato da una splendida posizione collinare e dai giardini all'inglese che lo circondano, trascorse la sua infanzia François-René de Chateaubriand, il poeta e scrittore che simboleggia il Romanticismo francese.

Vi sembra troppo poetico? Allora sappiate che la Tour du Chat, una delle quattro torri che delimitano il maniero, richiama una vecchia credenza degli abitanti di Combourg i quali erano convinti che vi si aggirasse il fantasma di un conte accompagnato da un gatto nero... In effetti, nel 1875, durante alcune opere di ristrutturazione, fra le mura del castello fu trovato lo scheletro di un gatto, ancora oggi visibile nella camera di Chateaubriand. In realtà pare che i fantasmi non c'entrino nulla e che il macabro ritrovamento sia dovuto alla orribile tradizione medievale di murare un gatto nero nell’edificio che si costruiva per allontanare la mala sorte.

Il castello appartiene tutt’ora ai discendenti di Chateaubriand che organizzano visite guidate in francese da aprile ad ottobre. Merita una visita anche il piccolo centro storico, tipicamente bretone. Se vi trovate a passarci di lunedì vi consiglio: giretto al mercato, colazione con il pain au chocolat in uno dei forni del paese, cappuccino con panna montata del bar L'Ecrivan e passeggiata rilassante sulle sponde del lago.

Qui trovate una bella galleria di foto della città.

Foto - Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: