Alitalia sospende i voli della Carpatair

A seguito dell'incidete occorso all'Atr 72 decollato da Pisa, che atterrando a Roma Fiumicino, è uscito di pista, che si è poi scoperto, essere un volo operato dalla compagnia aerea rumena Carpatair, Alitalia ha sospeso il contratto di subappalto in essere, fino a quando non saranno state stabilite le cause dell'incidente.

Mentre sono iniziate le indagini ordinate dalla procura di Civitavecchia, montano le polemiche per le politiche operative adottate dall'ex compagnia di bandiera, evidentemente dettate da motivi economici, che all'epoca della privatizzazione di Alitalia, si faceva forza dell'italianità della compagine societaria, a discapito dei concorrenti, come Air France.

Polemiche e danni di immagine, testimoniati, tra l'altro, dall'immediata decisione di Alitalia, di rimuovere dall'Atr 72, i propri colori e simboli di riconoscimento, quasi a voler rimuovere ogni collegamento con il volo che ha subito l'incidente. Collegamento invece precedentemente ben visibile, non solo nei colori della livrea, ma anche nel numero del volo, che riportava il classico AZ di Alitalia.
Foto | Urbanpost

Al riguardo c'è da dire, che nei biglietti era riportato che il volo, sarebbe stato operato da Carpatair, come avviene per i voli Alitalia, operati da AirOne, o come è avvenuto lo scorso anno con i voli operati dalla slovacca AirExplore.

Di certo Alitalia non è responsabile dell'incidente avvenuto sabato scorso, ma è altrettanto certo che sia responsabile per la scelta dei propri partner commerciali, che dovrebbero, quantomeno, adeguarsi agli standard qualitativi di Alitalia, che derivano, in gran parte, dall'esperienza e dalle competenze del personale dell'ex compagnia di bandiera.

  • shares
  • Mail