Natale e capodanno nel viterbese tra mercatini, presepi, canti e fuochi d'artificio

Vista di calcataIl viterbese ha molto da offrire turisticamente, iniziando dalla maremma laziale, e in quest'ultimo i vari enti di promozione turistica si stanno dando da fare, per far conoscere questa parte d'Italia, forse poco nota perché troppo vicina a Roma.

Ad Acquapendente si festeggia il Natale con un concerto di Natale in teatro (il 22 e il 26 dicembre) e il capodanno in piazza piazza G. Fabrizio, accompagnati dalle musiche della Gatto Matto Band.

Molto più articolata e varia l'offerta di eventi natalizi a Montefiascone (da questo week-end alla befana sono oltre 40 appuntamenti). Qui segnalo che domenica 23 nel centro storico, dalle 11.00 alle ore 12.00 i bambini canteranno i canti di Natale da tutto il mondo, che la vigilia per le vie della città si potrà ascoltare il concerto dell'orchestra "Città di Montefiascone", che il 26 viene inaugurato il presepe vivente e che i fuochi per il capodanno si potranno ammirare da piazza Vittorio Emanuele.

Altre feste nel seguito.

A Capranica, tra le altre manifestazioni, il 22 e 23 sarà aperto il mercatino di natale, sabato 22 si terrà una competizione natalizia, domenica 23, il pomeriggio è dedicato ai bambini con l'animazione, mentre alla vigilia sarà aperto il presepi. A Capodanno i fuochi illumineranno il castello degli Anguillara.

Calcata da sola vale una visita, ma in questo periodo c'è un motivo in più, visto che fino alla befana è possibile ammirare il Presepe del Granarone, unico al mondo, perché riprende gli abitanti di Calcata (le persone vere insomma) intente nelle loro attività.

Infine a Grotte Santo Stefano si festeggia il natale con i presepi "tradizionali" il 24 e con quello vivente il 26, e il capodanno con un cenone di fine anno.

Foto|turydddu.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: