Hotel, grotte e turismo: Ruanda, Europa, Australia

Leggo su All Africa che il Rwanda ha in progetto di lanciare un programma turistico per la speleologia, che dovrebbe seguire quello sul bird watching e portare i turisti occidentali alla scoperta delle grotte di lava del paese (di cui non ci sono foto oggi sul web, qui un travelogue con molti gorilla e pochi uccelli rari). La notizia cita l'esempio della Cina, che ogni hanno ospita 40 milioni di turisti nelle proprie destinazioni turistiche più cavernose. Rimane un pò il brivido freddo davanti a formazioni geologiche che sono tra le più grandi al mondo, come Musanze a Ruhengeri, ma portano su di sè dicerie terribili sui genocidi degli anni passati.

Ho cercato di capirci qualcosa in più, ma ho scoperto solo che di veri e propri hotel nelle grotte al mondo ce ne sono pochi: quello visto in Cappadocia e gli altri 5 visti sull'Independent (dei quali uno è un resort di lusso in Giamaica mentre ultimo è l'affascinante Desert Cave in una miniera).

  • shares
  • Mail