In Toscana si narra di archeologia

Una bella iniziativa è stata presa dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze e sostenuta dalla Regione Toscana che intende coinvolgere il pubblico ad una serie di mostre-eventi che si terranno in cinque differenti centri archeologici della regione.


L’idea è quella di far rivivere allo spettatore le atmosfere dell’antichità attraverso la rappresentazione di opere teatrali. A Siena, per esempio, Venerdì 7 Dicembre alle ore 21 si terrà la rievocazione del mito di Fedra, che verrà interpretato da Elisabetta Pozzi. Gli altri spettacoli si terranno al Cantiere Navale di Pisa, dove andrà in scena il Gilgamesh interpretato da Michele Placido e poi ancora a Firenze, a Sorano in provincia di Grosseto e a Piombino, dove vi invito a non soffermarvi sul grigiore del porto, ma ad addentrarvi nel borgo medievale, uno dei più antichi di tutta la Toscana.


Proprio a proposito di Piombino, dove Mercoledì 19 Dicembre, alle ore 18, si chiuderà la rassegna con Sette contro Tebe, vorrei consigliarvi una locanda dove poter mangiare. Ce ne sono molte in corso Vittorio Emanuele e tutte di buona qualità, ma al numero 49 ne troverete una davvero particolare, La locanda d’Appiano. Il gestore è un simpaticissimo Professore di storia dell’arte in pensione che ama la cucina medievale e credo che un pochino di pubblicità occulta se la sia anche meritata, dopo essermi leccato letteralmente i baffi per i suoi gnocchetti alla menta. Di seguito il link con tutti gli appuntamenti.

  • shares
  • Mail