Arrivederci Hong Kong


E’ arrivato il momento di lasciare questa splendida città, questo splendido territorio composto di mille ingredienti diversi, tutti affascinanti e da scoprire.
Trascorro l’ultimo giorno alzandomi la mattina prestissimo e partendo per Lantau, una delle isole più grandi di Hong Kong, non voglio andarmene senza prima aver visto la statua all’aperto del Buddha seduto più grande del mondo.

Prendo il battello dall’Outlying Island Ferry Pier in Central District per la città di Mui Wo, un trasandato villaggio di pescatori, situato in una baia molto bella e tranquilla. Da Mui Wo prendo il bus numero 2 che mi porta al Monastero di Po Lin, dove si trova la statua.

La strada è accidentata, piena di curve, ma nonostante questo e l’ora mattutina sono in molti che stanno facendo il mio stesso percorso; è un saliscendi di curve finché non si inizia già ad intravedere l’enorme Buddha accomodato su una verde collina, che riempie lo sguardo e domina la veduta che si propone davanti.


Arrivati al capolinea scendo e dinanzi a me vedo una grande porta di cemento, in lontananza un monastero, ma soprattutto una lunga scalinata da salire per poter osservare da vicino la figura del Buddha.

Salgo i 260 scalini che mi dividono dalla piattaforma, sono in molti a genuflettersi durante il tragitto, rendendo omaggio al loro dio; nella salita lo sguardo è ipnotizzato dalla statua bronzea, dalla sua maestosità, dal volto dolce del Buddha, dalla sua mano alzata.


Ci sono voluti 3 anni per la realizzazione di questa statua, costruita a Nanjing, oggi richiamo di orde di turisti continue, e appena arrivo dinanzi a lei capisco il perché di tanta attrazione. Il Buddha è adagiato su una larga piattaforma, intorno a lui sei statue gli rendono omaggio con dei doni, anche le loro espressioni sono dolci, le fattezze morbide.


Giro intorno alla statua, osservando il paesaggio collinare rigoglioso che fa da sfondo a questo complesso religioso veramente meraviglioso. La tranquillità e il silenzio, nonostante il numero elevato di persone, permette di godersi a pieno questo spettacolo.

A 140 metri dalla scalinata c’è il Monastero di Po Lin, un tempo un eremo tranquillo e visitato da pochi pellegrini, perché poco conosciuto e posto in una posizione disagiata; oggi grazie alla principale attrazione del Buddha seduto, e grazie ai numerosi mezzi di trasporto che ogni giorno salgono per condurre i turisti in questo luogo, anche gli edifici del monastero sono sempre molto affollati.

E’ piacevole visitarlo, riccamente decorato, impreziosito con numerose immagini finemente lavorate, dominato dalle figure di Amithaba e dal Buddha Guaritore.


Rimango fino al tardo pomeriggio, poi decido di tornare, non voglio perdermi l’ultima sera, lo spettacolo di luci in Waterfront Promenade, a Tsim Sha Tsue East.
Alle 19 sono seduta in prima fila, nonostante lo spettacolo abbia inizio alle 20, già sono in molte le persone sedute in attesa, e per ingannare il tempo c’è chi mangia qualcosa, chi si prepara a scattare le foto, chi lavora a maglia, chi chiacchiera allegramente. Il panorama è bellissimo ancora prima che abbia inizio lo spettacolo delle luci.

Alle 20 precise da un altoparlante in inglese una voce ringrazia i promotori dell’iniziativa e poi parte una musica, gli edifici pian piano si illuminano, aumentano le luci che vertiginosamente li avvolgono…il tutto prosegue per una decina di minuti, gli applausi coprono la musica che scandisce il ritmo dei bagliori luminosi…pian piano tutto torna alla normalità…si invita il pubblico a tornare la sera successiva…la folla lentamente si disperde.


Mi incammino piano al mio albergo, sicura che ritornerò in questa città inesauribile e generosa, certa che avrà da regalarmi sempre qualcosa di nuovo.

Notizie interessanti:


  • A fianco al Monastero di Po Lin c’è un ristorante dove poter consumare un pasto, naturalmente vegetariano, il cibo non è buonissimo, ma è molto economico

  • E’ possibile pernottare nei dormitori del Monastero e quindi visitare la mattina presto o la sera tardi il complesso religioso, evitando la folla di turisti

  • L’entrata al Monastero di Po Lin è gratuita

  • Lo spettacolo delle luci è gratuito e c’è ogni sera alle 20

  • shares
  • Mail