Il Benesse House sull'isola di Naoshima in Giappone

Benesse Art sull'isola di Naoshima
La storia delle contaminazioni ho fatto sempre faticato a capirla. Secondo me le contaminazioni sono quelle che derivano da materiali radioattivi, così quando qualcuno ne parla in altri contesti, tipicamente socio-culturali, dopo poco perdo il filo del discorso.

C'è voluto un architetto giapponese, Tadao Ando, e la sua casa, la Benesse House, che è si una casa, ma è anche un Hotel ed una museo dove sono esposte opere di Andy Warhol, Jackson Pollock, Richard Long, per farmi intuire cosa si intenda per contaminazioni culturali.

Se poi ci si aggiunge che la questa "casa" si trova su di un'isola giapponese dove sembra si siano radunati gli ultimi epigoni del moviment0 hippy giapponese, il cui amore amore per la natura e uno stile di vita riflessivo si è coniugato con diverse forme d'arte moderna, allora quello che altrove è straordinario, qui è la normalità.

L'isola è quella di Naoshima in Giappone, e qui, oltre alla Benesse House, si trovano il Chichu Art Museum o l'Art House Projects, un villaggio riconvertito in uno spazio artistico all'aria aperta. La fotografia invece è di shrk e fa parte di un bel set fotografico, da vedere.

  • shares
  • Mail