Sulle orme degli antichi romani a Sabratha in Libia

Sabratha  in LibiaLa Libia, quella turistica, è spesso associata nell'immaginario collettivo, ai grandi spazi aperti del deserto e agli uomini che l'abitano, lo vivono a cavallo dei loro dromedari; la dimensione dell'avventura, che ne fa una destinazione ancora poco sfruttata dal turismo internazionale. E in questa dimensione, ultimamente si è aggiunta, quella storico archeologica, che di questo paese ci ha fatto riscoprire una storia lontana e comune, testimoniata dai resti di grandi città del passato, come Leptis Magna e Sabratha.

Sabratha, che dal 1982 è entrata a far parte del Patrimonio dell'Umanità protetto dall'Unesco, si trova sulla costa libica, a poco meno di 70 chilometri ad ovest di Tripoli, lungo la trafficata autostrada che congiunge la capitale libica alla Tunisia.

Le vicende storiche di Sabratha, sembra risalgano addirittura all'epoca pre-fenicia, che comunque vi si insediarono e ne determinarono la crescita facendone un centro di scambi, tra i commercianti che solcavano il Mediterraneo e la carovane che si inoltravano nel deserto. I Romani ne fecero una delle loro più importanti città della costa libica, e a questo periodo risalgono i resti del teatro (qui in una foto di crucially) e quelli raccolti nel Museo che si trova all'ingresso dell'area archeologica. Un buon punto di partenza, per raccogliere informazioni e idee per un viaggio in Libia, è il sito Suite101.com .

  • shares
  • Mail