Le terme di Saturnia nella Maremma toscana

L'occasione per ripubblicare questo vecchissimo post di Marco ci viene da Francesco Severi, che ha pubblicato sul suo profilo Flickr queste fotografie delle terme di Saturina, versione dantesca, con tanto di fumi che salgo dalle acque sulfuree delle terme.

Terme di Saturnia

Ormai la loro esistenza non è più un segreto da custodire gelosamente, tant'è che frotte di tedeschi riescono ad arrivare in quest'angolo di Maremma senza più perdersi nelle campagne tra Manciano e Saturnia. Sto parlando delle delle terme di Saturnia, qui in uno scatto di Stephanie Costa, dove l'acqua calda sulfurea scende da una piccola cascatella (piccola ma tosta se provate a starci sotto per un pò di tempo) in delle vasche calcare, dove si possono fare degli stupendi bagni termali. Sul fondo delle vasche, soprattutto in quelle vicino al canneto che si vede in lontananza nella foto, potete trovare il fango con cui cospargervi il viso, che lasciato a secco per qualche minuto, tonificherà la vostra pelle; provare per credere.

Le cascate sono frequentate in tutti i giorni e le ore dell'anno (c'è sempre qualcuno, anche a notte fonda), ma in settembre non sono poi così affollate. Ci sono stato diverse volte, partendo da Roma, anche in periodi invernali (mi ricordo anche di un post capodanno...), godendomi forse di più il calore di queste terme naturali. Una buona scusa per poi gustare in una trattoria maremmana le pappardelle al sugo di cinghiale. Ah, quasi dimenticavo! Le terme, quelle della cascata, sono gratuite ( e speriamo lo siano ancora per molto tempo).

Foto JarleR.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: