Alieni a Milano, aeroporti a rischio in tutta Italia

Rimbalzano quà e là per il web i dati dell'edizione 2007 dell'Annuario del Turismo e della Cultura 2007 del Touring Club Italiano. Adn Kronos riprende i dati sul boom delle compagnie a basso costo, già in circolazione a supporto della promozione per la Guida Toring/Routard del Week end low cost:

Secondo il rapporto, tra il 2001 e il 2006, la quota dei voli a basso costo in Europa e' passata dal 3% al 16%. Con questa percentuale di crescita il settore ha raggiunto quasi il dato degli USA (18%). Il Bel Paese, con 116 voli giornalieri dall'Italia al Regno Unito ha conquistato nel 2005 il 7° posto nella classifica europea degli Stati con il maggior numero di collegamenti aerei low cost, e l'11° con 78 rotte interne.

I dati più simpatici li ho visti su Qui Touring, che ricapitola la storia di un luogo sempre un pò anonimo e forse per questo ispiratore di musica ambient:

Il primo scalo al mondo, quello di Atlanta, Usa, sfiora gli 86 milioni di persone, seguito da Chicago, con 76 milioni, e Londra Heathrow, con 68. Parigi Charles de Gaulle e Francoforte superano i 50 milioni. Nessun italiano fra i primi trenta: Roma Fiumicino, il primo dei nostri, è poco sotto i 29 milioni, Milano Malpensa, il secondo, intorno ai 20. Seguono Venezia, Catania, Napoli e Orio al Serio, alfiere dei low cost.

In Italia ci sono 37 aeroporti per uso civile. Alcuni sono semplici scali, altri sono minuscole città che vivono di vita propria.


Confesso che mi piacerebbe moltissimo fare un travelogue volando da scalo a scalo per tutti e 37 gli aeroporti civili italiani. Se ci sono sponsor interessati all'idea, io dispongo di macchina fotografica e anche di Moleskine. E' un'occasione unica: ora con la minaccia dello sbarco alieno a Milano, non si sa poi se finiremo tutti ad usare le astronavi anche per spostamenti di poche ore...

  • shares
  • Mail