Il segno della gloria di Canova in mostra a Palazzo Braschi a Roma

Disegno del Canova
79 disegni, 15 acqueforti delle opere realizzate, 6 modelli originali in gesso, 4 tempere, un dipinto ad olio, due terrecotte e due marmi di Antonio Canova, il nuovo Fidia, lo scultore e pittore italiano, vissuto a cavallo tra il XVIII e XIX secolo, per molti il massimo esponente del Neoclassicismo. E se non ne siete convinti, passate alla Galleria Borghese ad ammirare la Paolina Borghese.

I disegni, che normalmente si possono ammirare nel Museo civico di Bassano del Grappa, costituiscono un percorso che permette di comprendere il passaggio dalla fase creativa dell'opera a quella della sua realizzazione.

Una prima sezione della mostra seleziona dall’intera produzione grafica di Antonio Canova fogli che raccontano perfettamente la varietà del suo segno e dei metodi di progettazione. Partendo poi dal disegno, l’esposizione individua due principali percorsi di lettura dell’opera canoviana: il rapporto con la scultura antica delle collezioni romane e con i personaggi storici e della cultura del suo tempo.

La mostra, che è già stata inaugurata, sarà visitabile fino al 7 aprile 2013 al Museo di Roma a Palazzo Braschi, in Piazza di San Pantaleo, 10 (vicino a piazza Navona),tutti i giorni escluso il lunedì, dalle 10.00 alle 20.00 (controllate le festività). Intero 11 euro, ridotto 9 euro, sconto di 1 euro a tutti i residenti.

Vedi anche tutte le opere di Caravaggio visitabili a Roma, 101 cose da fare a Roma di notte (almeno una volta nella vita), e Roma low cost, tutto quello che potete vedere gratis giorno e notte.

Foto dal sito ufficiale del Museo.

  • shares
  • Mail