I documenti per viaggiare all'estero: il lasciapassare per i minori

Bambina con papàQuando si viaggia per l'estero è ben avere tutti i documenti necessari con se e richiederli per tempo. Pensavo che i tempi della nostra burocrazia fossero noti a tutti, ma ogni volta che vado in questura per richiedere o ritirare un documento, mi sorprendo di quante persone caschino dalle nuvole. L'ultima volta che ci sono stato, due ventenni erano sull'orlo di una crisi di nervi, perché stavano realizzando che probabilmente non sarebbero potuti partire perché il passaporto sarebbe stato pronto per una data successiva a quella prevista per la loro partenza.

Se si viaggia con i minori, e per il viaggio il passaporto non è necessario ma basta la carta d'identità, occorre portare con se il lasciapassare per i bambini (fino ai 15 anni). La procedura è abbastanza semplice, occhio però ai tempi ( a me, a Roma, facendo la richiesta la prima settimana di giugno, sono occorsi 20 giorni per ottenere il lasciapassare).

Per richiedere il lasciapassare occorre che si rechino in questura entrambi i genitori (la loro firma deve essere contestuale alla richiesta) ed anche il minore. La mamma e il papà da soli, non bastano. Occorrono due fotografie, e il certificato o l'estratto di nascita. In questura poi vi verrà fatto compilare il modulo di richiesta. Occhio perché può capitare che i moduli non siano predisposti appositamente per il lasciapassare; i dati da inserire sono quelli del minore.

La fotografia è di sbblackley.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: