Jakobsweg: il Cammino di San Giacomo in Carinzia e Tirolo

Il post sul Cammino di Santiago di Compostella con i suoi Festival estivi, mi ha permesso di scoprire che più vicino a noi son stati valorizzati i cammini tirolesi usati dai pellegrini per avvicinarsi al confine francese verso i tratti finali delle strade del pellegrinaggio di San Giacomo.

C'è un sito tedesco ben fatto, dove trovate tutte le informazioni pratiche sui comuni parte degli itinerari, sulle convenzioni per l'ospitalità e sulla geografia storica dei tre canali principali che portavano dall'area germanica verso la Spagna: per chi arrivava da Nord il passaggio era da Rosenheim a Kufstein, e poi lungo la valle dell’Inn verso ovest, attraverso Innsbruck e fino all’Arlberg, Bludenz, Feldkirch e Lichtenstein nella Svizzera bernese. Per chi arrivava da Est il passaggio era la valle di Drava della Carinzia, poi Lienz seguita da San Candido e Brunico in Val Pusteria prima di Bressanone nella Valle Isarco. Dal Sud, il pellegrino passava dalla chiusa naturale di Salorno (Salurner Klause) a Bolzano proseguendo per Bressanone e Vipiteno nella valle Wipptal.

Cammino di San Giacomo in Austria e Tirolo

Ecco una mappa per chi riconosce la zona, dal sito italiano dedicato al Jakobsweg, che divide la parte italiana del cammino in sei tappe: Prato Drava-Monguelfo, Monguelfo-Brunico, Brunico-Vandoies di Sotto, Vandoies di Sotto-Novacella-Fortezza, Fortezza-Vipiteno, Vipiteno-Brennero. Per il complesso agostiniano dell'Abbazia di Novacella, vedete la pagina di Wikipedia che ha i link di approfondimento.

  • shares
  • Mail