Cosa ci faccio quì? Viaggiare per fare

Scrivendo un post solo qualche giorno fa sul meraviglioso hotel Keating di San Diego mi domandavo per quale motivo, a parte l'hotel, uno dovrebbe andare a San Diego. Con una veloce ricerca sul Web ho trovato un bellissimo e soprattutto pratico sito in cui con pochi click scoprire tutto quello che in un determinato giorno si può fare in città. Geniale.

Non so se a qualcuno succede lo stesso, ma ormai sempre più raramente la motivazione dei miei viaggi è quella di andare a vedere qualcosa mentre molto più sovente la motivazione diventa l'andare a fare qualche cosa in un determinato luogo. Un cambio di paradigma del viaggiare che secondo me rappresenta sempre di più uno dei tratti emergenti della dimensione del "Viaggio" oggi. Viaggiare "per fare" e non semplicemente "per vedere": a me sembra una dimensione molto affascinante che disvela al turismo e al viaggiare un nuovo immenso orizzonte di possibilità.

Se andiamo in un luogo per guardarlo quel luogo viene schiacciato nella sua staticità, rimane a sole tre dimensioni. Se andiamo in un luogo per fare qualche cosa di specifico, per unirci al fare della gente del posto, per assistere agli eventi di quella comunità allora quel luogo diventa vivo, acquisisce una quarta dimensione, prende vita dentro di noi.

Insomma, vorrei suggerire un'idea a chi ha un po' di soldi (magari da buttare): costruire un grande portale degli eventi in Italia o in specifiche città o regioni. Qualcuno sa suggerire qualche interessante esperienza in questo senso in Italia? Insomma a che indirizzo web mi devo collegare per sapere cosa c'è da fare stasera in Italia?

Ma per favore non glielo dite a Rutelli che magari quello si innamora e spende altri 45 milioni di euro per fare www.ivenz-italy.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: