Bled e Bohinj, i “grandi” laghi della Slovenia


Non potrebbero essere più diversi, per quanto vicini e somiglianti. I laghi di Bohinj e Bled, in Slovenia, sembrano fatti apposta per simboleggiare due diversi tipi di approccio turistico alle verdeggianti e accoglienti lande slovene (in cui, non so se si è capito, mi sono trovata molto bene).

Il Bohinjsko Jezero dista solo 30 chilometri da Bled ma la differenza con il più celebre specchio d'acqua è enorme. A Bohinj, lago di cui vi avevo già parlato, non esiste sostanzialmente alcun paese o città intorno alle sponde: arrivando dalla strada 209, l'unica che lo raggiunge e che ne lambisce una parte molto breve, si incontrano le poche strutture turistiche di Ribcev Laz. Qui è possibile parcheggiare, pernottare, rifocillarsi, acquisire informazioni sulla zona, bersi una cosa ammirando il lago e naturalmente godersi una meravigliosa passeggiata sulle rive, che non sono state rovinate da strade e palazzi e quindi offrono sentieri gradevolissimi e spiaggette di sassi alle cui spalle si estendono boschi o estesi pascoli. Si può fare un giro in canoa o salire sul battello che vi fa volare sulle limpide acque del lago, non prima di aver ammirato i mosaici dell'antica chiesa di S. Giovanni Battista.

Abbandoniamo queste placide e rilassanti rive per raggiungere il più movimentato, abitato e celebrato lago di Bled, di cui è assai fotografata la bella isoletta sormontata da un alto campanile con relativa chiesa: una meta obbligata, se non trovate un temporale come è successo a me, da raggiungere con le barchette di legno (a remi) che vengono noleggiate a turisti e vacanzieri, o con suggestive gondole. L'intero perimetro del lago può essere percorso in auto e il lato ovest del bacino è quello che è rimasto meno contaminato da cemento, alberghi e costruzioni varie. Però qui trovate casinò, hotel, ristoranti, pub e ogni tipo di divertimento, compreso un supermercato – determinante per un perfetto picnic sul lago – e una grande piscina coperta. Nei giorni turisticamente di punta le strade intorno al lago sono piuttosto intasate di traffico: cercate allora di trovare e guadagnare l'accesso allo chalet Belvedere: una costruzione degli anni '70 da cui si gode una vista assolutamente unica e quasi privata di Bled.






  • shares
  • Mail