Bed & Breakfast nei bunker dell'Albania, la tesi sperimentale dell'università di Mainz

Bunker in Albania
Provate a fare una piccola ricerca su Flickr, il sito che permette di condividere le vostre fotografie. Provate a fare una ricerca, inserendo i termini Bunker e Albania. Quante foto saranno visualizzate? Tante, un po', poche? L'avete fatto e siete rimasti sorpresi? Tante fotografie di bunker, vero?

Il fatto è, che durante la quarantennale guida di Enver Hoxha del partito comunista albanese, nel paese furono costruiti oltre 700.000 bunker, uno ogni quattro abitanti (forse un po' paranoico Enver lo era davvero). I bunkeri, il bunker in albanese, sono ancora un fenomeno onnipresente in Albania, con una media di 24 bunker per ogni chilometro quadrato del paese. Li si trovano in città come in campagna, sui passi montani, come lungo le spiagge dell'Albania (Lonely Planet nel 2009 indicava le spiagge tra Palasa a Dhërmiu, come tra le più belle del Mediterraneo).

Formalmente appartengono al ministero della Difesa, ma i diritti sono stati trasferiti ai proprietari dei terreni su cui si trovano. Che farne di tutti questi bunker? Molti sono inservibili,possono solo essere buttati giù; altri invece sono stati riadattati come ricovero per animali, negozietti o bar. Ora, ad una università tedesca, è venuta l'idea di farne dei Bed & Breakfast.

Foto Aandix / Adnan Asllani

L'idea era lì, c'era, anche se forse pochi se ne erano accorti. Così è stato un caso, che una ragazza tedesca dell'università di Mainz, Iva, abbia scritto una tesina dal titolo "Bunkerkunft", in cui immaginava il futuro utilizzo dei bunker, ed è stato un caso, che il professore, Markus, che l'ha letta, si sia subito entusiasmato all'idea.

Tanto entusiasta da realizzare un corso di studi sperimentale, con tanto di seminari e progetti realizzati dai suoi studenti. Tanto entusiasta da prendere i primi contatti in Albania, per realizzare concretamente il primo Bunker B&B, sempre contando sull'aiuto dei suoi studenti.

E quello che ne uscito fuori, è un progetto pilota, un prototipo da seguire, per quanti vogliono provare. Un progetto non solo architettonico e di arredamento, ma anche di sostenibilità economica, con il prezzo per notte, che non dovrebbe superare gli 8 euro a notte per persona.

Un'idea, che nella speranza dei suoi ideatori, dovrebbe servire a sviluppare il turismo in Albania, evitando la cementificazione che si sta mangiando le coste più belle del paese 8come anche quelle del vicino Montenegro). Anche un aiuto concreto all'economia locale, oltre che ai saccopelisti di tutto il mondo, che così potrebbero contare di una logistica, moderna e funzionale, al loro desiderio di scoperta del mondo.

Via Der Spiegel.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: