La polemica tra la Colò e le agenzia di viaggio

Io per ragioni professionali sono molto vicino al mondo delle agenzie di viaggio. Cionostante il presidente della Fiavet, Giuseppe Cassarà che chiede una compensazione informativa a Licia Colò perché nella sua trasmissione ha invitato i telespettatori ad usare Internet per organizzare i propri viaggi, mi sa proprio di medioevo.

Non ho visto la trasmissione e ho trovato in giro solamente questo virgolettato attribuito alla Colò: "Dobbiamo imparare ad organizzarci da soli, per cui usa internet".

Credo che la Licia sia una giornalista libera di pensare e dire ciò che crede, saranno al limite i telespettatori dopo le prima frustrazioni web a valutare il valore delle sue affermazioni e la sua credibilità di giornalista.

Dal loro canto le agenzie viaggi come tutte le imprese devono stare li a dimostrare il loro valore sul campo, sul mercato. E normalmente lo fanno benissimo senza bisogno di difese corporativo-medioevali.

A proposito, Cassarà e compagni hanno finalmente deciso di fare un restyling del loro sito obbrobrioso. Che magari in fondo al cuore anche loro si siano convinti dell'importanza di Internet? Meglio tardi che mai.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: