Cent'anni di Metropolitana a New York

Sul primo numero di Diario di Luglio, Simona Orlando riprende una celebrazione di cui si è parlato molto nei weblog a fine anno: il sentenario della metropolitana di New York. Due i volumi citati: New York Underground di Julia Solis e Living at the Edge of the World di Tina S. - quest'ultimo è il racconto di una delle 700 persone che vivono nei tunnel della rete urbana. Da metà anni '70 anche qualcuno dei grandi nomi della Street Art abitava nei tunnel: due tra tutti Revs e Rammelzee, che i conoscitori ricordano come fondatore del Panzerismo Iconoclasta. Sembra che 5000 siano invece le persone che vivono al riparo della rete fognaria, insieme ai coccodrilli di Sewergator.com: dagli anni '30 popolano le fognature della città e sono ormai la mascotte della Protezione Civile.

  • shares
  • Mail