Travel blogger ritocca le sue fotografie su instagram: il web la deride

Non c’è nulla di più falso delle foto di molte star su Instagram. Lo sa bene Tupi Saravia che di mestiere fa l’influencer di viaggio.

Fare il travel blogger (o l’influencer di viaggio) è davvero un bel lavoro. Diventarlo e avere successo non è facile come si creda, anzi. Ci vuole competenza, la valigia sempre in mano e un pizzico di fortuna. Ha fatto scandalo la storia Tupi Saravia di Buenos Aires, in Argentina, seguita su Instagram da circa 300 mila persone.

Condivide con loro le sue avventure esotiche in tutto il mondo. Nei giorni scorsi, però, un utente si è accorto che il cielo nuvoloso nelle foto è sempre lo stesso. L’influencer di viaggi si è difesa: ha ammesso di averle modificate ma non capisce perché sia così pignolo.

Matt Navarra, il famoso utente pignolo, ha creato un post virale con quattro immagini di Tupi in cui si nota l’inganno. In poche ore è arrivato a 25mila like.


Alcuni commentatori non sono riusciti a resistere dal lasciare un commento al vetriolo, mentre altri hanno riflettuto sulla falsità dei social media. Saravia comunque non si è scomposta: sostiene di non aver vergogna del ritocco digitale.


"Davvero non vedo il grosso problema [qui2], non ho mai mentito. Non ho fatto nulla di male, e non è mai stata mia intenzione".

La blogger argentina ha continuato a sostenere di essere sempre rimasta aperta con i suoi fan sulla modifica delle immagini per un'estetica ottimale. In questo caso, ha usato l'app gratuita di fotoritocco Quickshot per "aiutare la composizione della fotografia quando il cielo è bruciato o sovraesposto".

  • shares
  • Mail