Pasqua 2019 Ortodossa: data, tradizioni e dove si celebra nel mondo

La Pasqua cristiano cattolica e quella ortodossa seguono due calendari diversi, per questo motivo vengono festeggiate in date differenti

Pasqua 2019 Ortodossa

La Pasqua Ortodossa, festività molto sentita dalle comunità legate alla Chiesa cristiana d'Oriente, è una celebrazione che non coincide praticamente mai con la Pasqua Cattolica. Il motivo sta nel diverso calendario adottato dall'una e dall'altra fede, rispettivamente il Giuliano per la prima e il Gregoriano per la seconda.

Per questo motivo la data della Pasqua 2019 Ortodossa è domenica 28 aprile, al contrario di quella cattolica che cade invece il 21, esattamente una settimana prima. Il calendario giuliano parte infatti dall'equinozio di primavera, diverso da quello calcolato secondo il calendario gregoriano, facendo coincidere la Pasqua con la domenica immediatamente successiva alla prima luna nuova da tale giorno.

A celebrare la Pasqua Ortodossa sono soprattutto i paesi dell'Est Europa con eccezione di quelli a religione mista, come Estonia, Lettonia, Lituania o anche Repubblica Ceca e Bosnia ed Erzegovina, dove si festeggia in modo diverso a seconda del credo religioso seguito. Caso a parte la Polonia, dove la religione cristiano cattolica è la più sentita e dove quindi la maggior parte della nazione celebrerà la Pasqua il 21 aprile 2019.

Pasqua Ortodossa 2019: dove e come si festeggia

Pasqua Ortodossa Russia

Le celebrazioni della Pasqua Ortodossa e i riti della precedente Settimana Santa sono molto caratteristici e se si prevede un viaggio verso l'Europa dell'Est, questo periodo ci permette di entrare in contatto con le tradizioni locali, talvolta molto pittoresche.

La Pasqua Ortodossa rumena, ad esempio, prevede che dalle grandi città fino ai paesi più piccoli, si rispetti la cultura della rinascita, rinnovando gli ambienti domestici e decorando le case con qualcosa di nuovo. Tradizione vuole che in questa occasione di dipingano le uova con colori accesi e la regione della Bucovina, nella Romania settentrionale orientale, è molto nota per questo.

L'arte della decorazione delle uova qui è particolarmente sentita e si usa la cera calda per creare dei disegni a tema naturale o spirituale, prima di dipingere il guscio con i coloranti, che faranno emergere in chiaro scuro le figure.

Pasqua Ortodossa decori

Alla vigilia di Pasqua, nei paesi di religione ortodossa, si svolge la Veglia. In Romania, come anche in Russia e nei vari paesi dell'Est, si può assistere alla benedizione di uova, dolci e della cosiddetta Paska. Nelle chiese di San Pietroburgo e Mosca si attende, durante il sabato Santo, l'arrivo del Fuoco Santo o benedetto, o anche Santa Luce, con la fiamma che arriva da Gerusalemme.

La fiamma sacra viene portata dalla Basilica del Santo Sepolcro e recapitata in aereo presso la Cattedrale di Kazan e quella del Cristo Salvatore, da qui, con un vero e proprio rito del fuoco, simbolo di purificazione e rinascita, le lampade con la fiamma vengono portate nelle altre chiese delle due grandi metropoli russe.

Molto suggestivi anche i riti della Pasqua Ortodossa in Grecia. Sull'isola di Corfù per tutta la Settimana Santa si possono udire le note suonate dalla Filarmonica, che accompagna tutte le celebrazioni. Nella città vecchia, in occasione del sabato Santo, vengono buttati dalla finestra dei grandi vasi pieni di acqua, simbolo della rottura con il vecchio e di attesa per il nuovo.

Di effetto anche la Pasqua di Leonidio, dove si accoglie la risurrezione con fuochi d'artificio, lanterne e con uno sciame di palloncini volanti che colorano il cielo. Uno spettacolo che unisce emozione, spiritualità e folklore per un evento caratteristico della Pasqua Ortodossa greca.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail