Riapre a Budapest il New York Palace

Meglio tardi che mai, segnalo che con la sfilatà di Ferrè si è riaperto lo storico New York Palace di Budapest: costruito negli ulitmi anni dell'800 per una compagnia di assicurazioni americana, divenne il simbolo dell'unica città che poteva rivaleggiare con i cafè letterari di Parigi. Si favoleggia che Ferenc Molnár avesse gettato nel Danubio le chiavi di un locale che non doveva chiudere mai. Molti intelletuali del tempo, spesso squattrinati, facevano centro nelle sale del New York Palace dove i camerieri discettavano di questioni letterarie con gli autori, che lì avevano sempre a disposizione inchiostro e carta, oltre a qualche prestito occasionale.

Il palazzo è stato restaurato dal gruppo italiano Boscolo, per la collezione di Hotel di lusso nelle città d'arte d'Europa. Una vacanza che penso chiunque vorrebbe provare, almeno per un fine settimana.

  • shares
  • Mail