Ryanair contro Viaggiare.it: ma chi ha vinto?


La scorsa settimana Ryanair ha diffuso una nota dove si leggeva che la low cost irlandese diceva "Accogliamo con favore la sentenza della Corte d’Appello di Milano contro il sito Viaggiare.it che proibisce la vendita dei voli Ryanair senza previa autorizzazione ... accoglie con favore questa sentenza e la utilizzerà, insieme ad altre sentenze, nella sua campagna volta a eliminare la vendita non autorizzata dei voli Ryanair da parte di questi siti“.

Poi è arrivata la risposta di Viaggiare.it: "La sentenza di primo grado del Tribunale di Milano, confermata puntualmente da quella in grado d’appello, aveva espressamente inibito a Ryanair di diffondere pubblicamente notizie volte a screditare le attività delle OTA qualificandole come illecite in merito all’intermediazione di biglietti Ryanair e pertanto Viaggiare si riserva ogni azione a tutela dei propri diritti in relazione alle recenti infondate e scorrette notizie diffuse da Ryanair".

Tutto chiaro? Secondo me no, neppure dopo aver letto la sentenza di secondo grado. L'unica cosa che mi è chiara, e che se si acquista da un altro sito che non sia quello di Ryanair, si andrà a pagare di più, e trattandosi di acquisti fatti per mirare le spese, non mi pare la scelta più oculata.

ryanair.jpg
Foto Viaggio Routard.

  • shares
  • Mail